Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
AVALI avali, a rivistablog primurosa di u spannamentu di a pruduzzioni litteraria corsa d’oghji, ma à tempu locu di baratti è di critica suciali.

STÀ À SENTA O PAISÀ

Marceddu





Stà à senta o paisà
Tù chì ti teni sticchitu
Ch’ai scambiatu di vistitu
Chì ùn ti lasci più andà
Ùn porti più a baretta
È vicu ch’a to ghjacchetta
Hè à fattoghja d’avà

Stà à senta o paisà
Ai vindutu à ghjunghjiticci
I puretti è i principi
È ùn sà più indù andà
À fatti una caccighjata
O qualcosa più sacratu
Ùn sà più indù passà

Stà à senta o paisà
Par tè u solu pinseri
Hè di passà i to seri
À vighjà è spassighjà
Allora ti ni stà fora
Chì ti s’arriguarda l’ora
Quandu chì t’ai d’arrizzà

Stà à senta o paisà
Tù chì t’ai a stacca piena
È dinari com’è rena
Lasciati avvicinà
Ai a to calzetta pretta
Di muneta è di biglietta
Ma ùn ai prupietà

Stà à senta o paisà
Di ‘ssu sangui chì hè cascatu
Pà ‘ssu chjosu o pà ‘ssu prati
Tù ùn ti ramenti più ?
Ma ‘ssu sangui è ‘ssu sudori
Erani di i to maiori
È chì pinseri n’ai tù ?

Stà à senta o paisà
Tutti i fiuma vani in mari
È cusì sò i dinari
Chì accuzzatu tù l’ai
Quandu sarani finiti
Ti murzicarè i diti
È u pientu ti scapparà
Stà à senta o paisà



Marcu Ceccarelli, autori cunnisciutu è prizzatu, da amatori di puisii è cantarini nustrali, hè natu in 1922. Parechji di i testi soi sò stati missi in musica da I Muvrini, I Surghjenti, Diana di l'Alba. Sarà forsa unu di i più vechji pueti di penna in lingua corsa. Eppuri, sempri si dà di cori è di menti pigliendu o pratesi di a lingua è di a ghjenti di quì, in u rispettu fondu fondu pà ciò ch'eddu teni in cumunu ogni cristianu : l'umanità. Racolti puetichi n'hà scrittu uni beddi pochi, L'Attrachata (1968), Scossi (1976), À Veghja. Istatini sminticati (1990), L'Intricciata (2007).



Commentaires