Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog
AVALI avali, a rivistablog primurosa di u spannamentu di a pruduzzioni litteraria corsa d’oghji, ma à tempu locu di baratti è di critica suciali.

assaghji

CORSICAN GODS

marceddu
CORSICAN GODS
CORSICAN GODS

Hè un’animalu rilighjosu l’omu. L’abbisogna à creda quantu è l’aria da campà. Ma si sà pur troppu ch’eddu hè ingratu di natura. Capulatu a festa, sminticatu u santu. È macari s’è i miti, i raconti, i scritturi, di u cuntrariu ci voni scunvincia, sò murtali i dii, altr’è tantu à quiddi chì i rivariscini. Sò tinuti o vituparati sionti i benifatti o i guai ch’eddi arrecani è mutani eddi à tempu à staghjoni è modi. Quantu volti l’avaremu sminticati, pigliendu, inveci di i vechji, divinità novi da aduralli ? Oghji, rivarimu l’iduli novi di a sucità di u cunsumu è di u frazu. In i cuscenzi umani cuntempuranii...

U SCRIVA IMPEGNA

marceddu
U SCRIVA IMPEGNA
U SCRIVA IMPEGNA

A faccenda di a prosa è quidda di a puisia sò sfarenti. A prosa hè fatta pà i loca frusti, in i piaghji. A puisia, inveci, hà u so sidili in l’altura. Ramintèmuci u monti d’Aliconu. A prosa porta cun edda a significazioni, a spiigazioni di u mondu. A puisia, inveci, veni innanzi à a significazioni, hè sustanza. È ci n’avvidimu chì, circhendu di difinì cù paroli appena lambiccati, prosa è puisia, omu ni veni, naturalmenti, à l’affari di u scriva. A prima volta chì a quistioni Pourquoi écrivez-vous ? fù posta, in 1919, da i Surréalistes ad uni pochi di scrittori, di i tanti risposti publicati da...

SCHIZUVRINÌA

marceddu
SCHIZUVRINÌA
SCHIZUVRINÌA

A cunnisciti quissa malatìa chì mudifichighja, chì turba a parcizzioni di a rialità? A chjàmani schizuvrinìa. Hè una malatìa gravìssima è una disgràzia maiò par quiddu chì n'hè toccu è ben' intesu par tutta a so famidda. Quisti tinti schizuvrènici ùn poni campà à pocu pressu nurmali, diciaremu piuttostu campaccià chè addupiati di midicini cavaddini. Ma ùn vulia micca raghjunà di schizuvrinìa quì, era solu chì quand'ì ghje' pensu à parichji corsi, mi faci pinsà à quista malatiaccia. Iè, pò parè un pocu stranu ma v' aghju da spiicà. Mi si pari chì a parcizzioni di certi quand'iddu si tratta di a...

I CENNARI DI UN PUETA

Marceddu
I CENNARI DI UN PUETA
I CENNARI DI UN PUETA

U 2 nuvembri 1975, vicinu à Roma, murìa Pier Paolo Pasolini, uccisu da un ghjòvanu malvaghju. Puri oghji mancu si sani i cundizioni esatti di sta disgrazia. I talenti artìstichi di Pasolini èrani numarosi. Amava a parola ditta, scritta, cantata, l’imàghjina di u cìnema, di u teatru. A parola è l’imàghjina stessa di a vita prufonda di i paisani in i cuntrati più sversi, di a puesia colta in bocca à u pòpulu, i guai di a ghjenti misiriosa. Mi ferma impressa sta frasa di soiu : «La morte non è nel non poter comùnicare, ma nel non poter più essere compresi». A capiscirà ognunu ciò chì stu pinsamentu...

PUTERI È BUCÌA

Marceddu
PUTERI È BUCÌA
PUTERI È BUCÌA

Quandu un certu niveddu di disugualità esisti in un paesi è senza presa di cuscenza – com’è annu pà l’alizzioni prisidinziali, chì mori pòvari ani vutatu à dritta –, opa asaminà l’influenza ditarminanti di i media in a fabricazioni di l’upinioni. Cusì chì gallizzeghja una certa rialità. À l’uccasioni di dibàttiti di televisiò par un dettu, dundi, francu u cuntinutu, a mùsica di i paroli, l’attitùdina, u stili di u prisintadori, cusì diffarenti quand’eddu s’addrizza à un uparaghju o à un enarca, fàcini propiu viva à nudu, smascarata, com’è incarnalata, una viulenza latenti chì voli essa fighjulata...

TRADUZZIONE È TRADUTTORI

marceddu
TRADUZZIONE È TRADUTTORI
TRADUZZIONE È TRADUTTORI

Aghju truvatu in BARATTI una somma d’analisi è di penseri, sprimati da molti è diversi autori autorizati, pettu à issa prublematica chì mette in cuntrastu o in paragone, traduttore è traduzzione. M’hè parsu interessente di risorge ne qualchì vista, essendu chì mi sò sempre datu à traduce, primuratu da u fattu piacevule, ma dinò, è questa ùn hè venuta chè più tardi, à prò d’arricchisce a lingua materna è in issu mentre a furestera, senza cuntà u fattu valurizente di a mente è di l’intendimentu : "stà à prò di a mio mente tuttu ciò chì mi vene d’altrò", cusì dicia quellu chì era sempre in brama d’amparera....

RAGUAGLI LITTERARII

Coti

À a sparata di a guerra di 1939, i rivisti A Muvra è l’Annu corsu càdini. In u mentri chì l’antisemita docteur Destouches alias Louis-Ferdinand Céline a si sciala, incarciarèghjani à Petru Rocca, Ghjacintu Yvia-Croce è Preti Dumenicu Carlotti dittu Martinu Appinzapalu. Ci voli ad aspittà l’anni 50 par veda sbuccià in Bastia u 15 lugliu 1955 u prima numaru di U Muntese chì soffia in ogni paese, chì ricurdava a Tramuntana fresca e sana di Santu Casanova nata in 1896. Sfiatatu, U Muntese dismetti d’aostu 1972. Ma in a so durata di vita assicura a so faccenda di mantinimentu prumuvendu, frà altri,...

<< < 1 2 3